1. I costi ambientali dell’agricoltura
  2. I costi sociali dell’agricoltura
  3. Quanto costa davvero ciò che mangio?
  4. Le difficoltà dei piccoli agricoltori
  5. Farmer market e non solo…
  6. L’educatore
  7. Educazione Ambientale
  8. Occorre una visione ecologica del mondo
  9. I piccoli agricoltori
  10. Circo Pizza & Show. Una piacevolissima sorpresa: uno dei miei luoghi
  11. Principi inderogabili o obiettivi praticabili?
  12. Ti voglio bene
  13. Incontri inaspettati. Pieni d’Amore
  14. ma sappiamo essere grati?!
  15. La ricetta della felicità
  16. Malga Civertaghe – new entry tra i miei luoghi!
  17. Ambiente che passione! (III)
  18. Ambiente che passione! (II)
  19. Ambiente che passione! (I)
  20. Cammina a testa alta
  21. Cammina a testa in su
  22. L’abbraccio
  23. Conta fino a tre prima di parlare!
  24. A volte bisogna un po’ mollare…
  25. Metti un’amica che ti conosce da sempre…
  26. Non capita spesso.
  27. Un’estate al mare
  28. ma se uccidi le zanzare… che vegana sei?!
  29. Gita fuori porta? Il Casentino fa per voi!
  30. Sei veg? E io ti giudico!
  31. Passeggiata in Oltrarno
  32. Luoghi, non-luoghi. L’Hotel Sole a Bellamonte è uno dei “miei luoghi”
  33. Attenzione! A comprare tutto on line si rischia grosso!
  34. Storie inventate. Il lupo e la pecora – parte II
  35. Quale che sia il tuo ruolo, sii gentile
  36. Non sprecare l’acqua!
  37. Amori che finiscono
  38. La fortuna di lavorare con belle persone
  39. Il lupo e la pecora parte I
  40. I non-luoghi non mi appartengono. Castiglione della Pescaia sì!
  41. Orgogliosa di essere nella famiglia di Tuttafirenze
  42. Lettera a una futura mamma
  43. Sono un ragazzo fortunato… Jovanotti tributa il Nelson Mandela Forum a Firenze
  44. E quindi…cosa mangiano i vegani?!
  45. Per chi non lo SLA
  46. Regalo della natura
  47. Bellezza all’improvviso
  48. In punta di piedi. Educazione alla sostenibilità in II elementare
  49. Per San Valentino regala un fiore…
  50. Sono vegana perchè…
  51. Franca adozione pelosi, una vita dedicata ai cani
  52. L’amore vince tutto. Ho incontrato Zia Caterina!
  53. La fortuna di essere mamma
  54. La gioia risiede nelle piccole cose della vita. Se le sai vedere
  55. Due ragazzi, una sfida: la scelta biodinamica delle Fattorie Della Valle
  56. Andando per mercatini natalizi alla scoperta di tradizioni, estro creativo e sapori genuini
  57. Se inizio ancora una frase con “no”…
  58. L’idea di scrivere cosa significa vivere in modo sostenibile …
  59. a gennaio si riparte! (cioè io riparto!)
  60. Torri del Benaco nel presepe
  61. Il viaggio come percorso
  62. BUON NATALE amica-sorella- web designer-salvatrice!
  63. Altro che camino! Babbo Natale usa questa scala!!!
  64. All’amor non si comanda
  65. Storie di donne
  66. Mi presento
  67. Dico “naturale”, ho detto tutto…
  68. C’è sempre un motivo per sorridere, anche quando piove!
  69. Scelte di una mamma
  70. Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te!
  71. Grazie C.!!!
  72. Cammina a testa in su!
  73. E poi ci sono giornate come questa
  74. Oggi è proprio uno di quei giorni in cui mi sento una persona privilegiata.
  75. Oggi mi sento stupida più che fortunata!
  76. Le uova. Tutto è partito da lì
  77. Attenzione alle uova che compri!
  78. Cosa significa sostenibile?!
  79. bramo iniziare questo blog!!!

Sono vegana semplicemente perché credo che ogni essere vivente abbia il diritto alla vita e non credo in alcun modo che l’uomo possa arrogarsi il diritto di togliergliela!
Tutto qui.

 

Ma noi siamo onnivori…
Per anni mi sono sentita dire: ma noi siamo esseri onnivori, noi abbiamo bisogno di proteine animali, noi mangiamo carne dai tempi dei tempi, in natura è così: il più forte mangia il più debole.
Posto che in natura gli animali combattono tra sé ad armi pari, mentre noi o usiamo un fucile o armi ancora più subdole come gli allevamenti intensivi (massimo profitto con minimo costo a discapito del benessere animale) e i macelli, è semplicemente una questione di scelte. Io non sono stata tanto a ragionare: non avevo bisogno di trovare un’argomentazione con fondamenta logiche inattaccabili: io ho semplicemente pensato che la vita di un animale vale. Vale, punto. Ed io non ho diritto di privare la mucca, il pollo o chiunque altro della sua vita.

 

Poi è scattata una molla
Le uova, tutto è nato da lì: dal rendermi conto della barbarie, del cinismo, dell’egoismo con cui viene condotto un allevamento intensivo di galline ovaiole. E mi sono detta: io non ci sto!
In realtà era già un po’ che riflettevo sul fatto che è brutto mangiarsi un animale: mio fratello era diventato vegetariano e io, quindicenne, mi dicevo che sì è brutto uccidere un animale, ma poi cosa mangio? La verdura non mi piaceva… Poi semplicemente è scattata una molla: ho percepito la brutalità, l’interesse economico, la legge del mercato applicata ad un allevamento. Mi sono vergognata di appartenere al genere umano. Mi sono vergognata, ero schifata, inorridita. Non c’era più bisogno di pensare a come avrei fatto: di certo non sarei morta di fame, ma ancor più certamente non avrei più contribuito allo scempio degli allevamenti intensivi. Diligentemente ho finito gli hamburger di carne bianca che mia mamma comprava per me e le ho detto di non comprarmi più carne.

Mi sono sentita più leggera. Più in pace. Assolutamente sicura di me stessa e della mia scelta (e dopo quasi 30 anni dalla scelta di essere vegetariana prima e vegana poi posso dirlo con certezza!!)

 

“Ma sei sempre vegetariana?!”
Mi sono sorpresa più volte quando qualcuno a distanza di tempo mi ha chiesto “ma sei sempre vegetariana?” Se potessi rappresenterei gli occhi sgranati che mi vedevo da fuori! Come sarebbe a dire “sei sempre vegetariana?”?!? Come può essere una scelta da ridiscutere?! A mio avviso, almeno per me, ho maturato una decisione con la testa, con il cuore e con la pancia (non il gusto, l’emozione): una scelta importante che non puoi prendere con leggerezza e se ne sei consapevole non puoi tornare indietro. Non perché altri potrebbero giudicarti o tu potresti sentirti incoerente, semplicemente perché non puoi proprio, dentro di te, non sei in grado…non so come spiegarlo ma è così.

Un invito: guardate qui – lo so, sono immagini forti, fanno male, ma credo che ognuno debba assumersi la responsabilità delle proprie scelte. Non nascondetevi dietro ad una sensibilità che è solo a tutela vostra… non siete voi a perdere la vita!! Non penso che ogni persona debba diventare vegana, ma sarebbe importante informarsi. Siate consapevoli!

 

PS lei, in foto… non a caso si chiama Soya!!! – per gentile concessione di un caro amico che la tiene con dignità e amore!

Tags: , , , , , , ,

Related Article

0 Comments

Leave a Comment