Se inizio ancora una frase con “no”… mi taglio la lingua! Non faccio a tempo a finire di ripromettermi in tutta sincerità di non farlo più che alla prima domanda o osservazione di qualcuno eccola, è lì sulla punta della mia lingua, è uscita, netta, in tutta la sua niditezza, quella parolina così piccola e nera, è uscita dalla mia bocca. Ed io la sento sempre dopo averla detta. Mai una volta che me la veda passare nella mente prima che venga pronunciata…basterebbe un attimo solo per stopparla! Un attimo di attenzione, quel famoso conta fino a tre prima di parlare! Ma niente, è già lì nelle orecchie di chi ho davanti. Che ormai ci è abituato, forse non ci fa più caso, forse si sono rassegnati tutti, ma a me dispiace perché non vorrei dire “no quella cosa non si fa” ma semplicemente “tesoro, la mamma ti dà una cosa più buona” oppure “adesso non c’è tempo ma appena si rientra si fa”. Qualcuno sa spiegarmi quale sia il significato di quella brutta parolina messa lì? No! Perché non ne ha! Anzi ci starebbe meglio un bel SI’: “sì certo, domani perché oggi la mamma ti dà una cosa ancora più buona” oppure “sì certo appena si rientra lo facciamo”.
Che musicalità! Tutta un’altra cosa!
Ci devo provare, provare, provare, provare, provare…! (to be continued)

Tags: , , , ,

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

Seguimi:

GOOGLE PLUS

LINKEDIN

VIMEO

mi presento