1. Zia Caterina!
  2. maledetto to do!
  3. ho smesso di mangiare la carne perché non mangerei mai un cane o un gatto…
  4. Vegana dal 1991
  5. Come fare a conciliare tutto?!
  6. A mia figlia
  7. perchè i matrimoni durano poco
  8. il mio blog e le scelte di una mamma…
  9. Vi racconto il mio blog!
  10. I costi ambientali dell’agricoltura
  11. I costi sociali dell’agricoltura
  12. Quanto costa davvero ciò che mangio?
  13. Le difficoltà dei piccoli agricoltori
  14. Farmer market e non solo…
  15. L’educatore
  16. Educazione Ambientale
  17. Occorre una visione ecologica del mondo
  18. I piccoli agricoltori
  19. Circo Pizza & Show. Una piacevolissima sorpresa: uno dei miei luoghi
  20. Principi inderogabili o obiettivi praticabili?
  21. Ti voglio bene
  22. Incontri inaspettati. Pieni d’Amore
  23. ma sappiamo essere grati?!
  24. La ricetta della felicità
  25. Malga Civertaghe – new entry tra i miei luoghi!
  26. Ambiente che passione! (III)
  27. Ambiente che passione! (II)
  28. Ambiente che passione! (I)
  29. Cammina a testa alta
  30. Cammina a testa in su
  31. L’abbraccio
  32. Conta fino a tre prima di parlare!
  33. A volte bisogna un po’ mollare…
  34. Metti un’amica che ti conosce da sempre…
  35. Non capita spesso.
  36. Un’estate al mare
  37. ma se uccidi le zanzare… che vegana sei?!
  38. Gita fuori porta? Il Casentino fa per voi!
  39. Sei veg? E io ti giudico!
  40. Passeggiata in Oltrarno
  41. Luoghi, non-luoghi. L’Hotel Sole a Bellamonte è uno dei “miei luoghi”
  42. Attenzione! A comprare tutto on line si rischia grosso!
  43. Storie inventate. Il lupo e la pecora – parte II
  44. Quale che sia il tuo ruolo, sii gentile
  45. Non sprecare l’acqua!
  46. Amori che finiscono
  47. La fortuna di lavorare con belle persone
  48. Il lupo e la pecora parte I
  49. I non-luoghi non mi appartengono. Castiglione della Pescaia sì!
  50. Orgogliosa di essere nella famiglia di Tuttafirenze
  51. Lettera a una futura mamma
  52. Sono un ragazzo fortunato… Jovanotti tributa il Nelson Mandela Forum a Firenze
  53. E quindi…cosa mangiano i vegani?!
  54. Per chi non lo SLA
  55. Regalo della natura
  56. Bellezza all’improvviso
  57. In punta di piedi. Educazione alla sostenibilità in II elementare
  58. Per San Valentino regala un fiore…
  59. Sono vegana perchè…
  60. Franca adozione pelosi, una vita dedicata ai cani
  61. L’amore vince tutto. Ho incontrato Zia Caterina!
  62. La fortuna di essere mamma
  63. La gioia risiede nelle piccole cose della vita. Se le sai vedere
  64. Due ragazzi, una sfida: la scelta biodinamica delle Fattorie Della Valle
  65. Andando per mercatini natalizi alla scoperta di tradizioni, estro creativo e sapori genuini
  66. Se inizio ancora una frase con “no”…
  67. L’idea di scrivere cosa significa vivere in modo sostenibile …
  68. a gennaio si riparte! (cioè io riparto!)
  69. Torri del Benaco nel presepe
  70. Il viaggio come percorso
  71. BUON NATALE amica-sorella- web designer-salvatrice!
  72. Altro che camino! Babbo Natale usa questa scala!!!
  73. All’amor non si comanda
  74. Storie di donne
  75. Mi presento
  76. Dico “naturale”, ho detto tutto…
  77. C’è sempre un motivo per sorridere, anche quando piove!
  78. Scelte di una mamma
  79. Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te!
  80. Grazie C.!!!
  81. Cammina a testa in su!
  82. E poi ci sono giornate come questa
  83. Oggi è proprio uno di quei giorni in cui mi sento una persona privilegiata.
  84. Oggi mi sento stupida più che fortunata!
  85. Le uova. Tutto è partito da lì
  86. Attenzione alle uova che compri!
  87. Cosa significa sostenibile?!
  88. bramo iniziare questo blog!!!

Amo le Dolomiti, il contrasto tra il verde prato dei prati (non a caso!), il verde più scuro dei boschi di abete, il grigio rosa delle rocce che illuminate dal sole sono qualcosa che ti incanta, quando le vedi così imponenti spuntare tra gli alberi, così altere stagliarsi nel cielo…

E adoro le persone che mettono anima e cuore in ciò che fanno, che inseguono un sogno e per realizzarlo lavorano con passione (lo ho già detto?!?!).

Ebbene la Malga Civertaghe è una sintesi di questi due elementi e non potevo non rimanerne incantata, complice un depliant dato da un’amica che racconta la storia di questo luogo intriso di amore e di legami. Sì perché …. Sono tre fratelli che un giorno si sono guardati e si sono detti che volevano realizzare il sogno di loro padre che non c’era più. E potevo non andare a farci due chiacchiere?!

Ed ecco che la Malga Civertaghe è una new entry tra i miei luoghi!!!


Giovanni con orgoglio e con un grande sorriso mi ha indicato la porta della vecchia cascina dove i suoi genitori un giorno litigarono e dopo 9 mesi proprio lì nacque lui! Giovanni ha avuto la fortuna (lo ho letto nel suo tono e nei suoi occhi) di vedere la malga ancora aperta. Poi la mancanza del babbo e altre vicissitudini familiari hanno portato all’abbandono della struttura. A distanza di 21 anni Giovanni ha lasciato un lavoro di dirigenza in una GDO e ha preferito un ritorno alle origini. Che dire?! Io un po’ lo invidio. Non perché ora non faccia fatica, anzi, forse ne fa anche di più (anche perché quando hai un’attività tua non stacchi mai!), ma vuoi mettere il valore di un sogno?! Lavorare in quella cornice lì?! Allentare la tensione e lo stress che connota attualmente il lavoro e dover litigare più con la testardaggine del mulo che con quella dei fornitori (almeno mi auguro per lui!).

Il permesso per ristrutturare la vecchia malga Civertaghe auguro loro che arrivi al più presto (pare che anche il Trentino, così civile e attento alla propria comunità, presenti delle difficoltà burocratiche), nel frattempo Giovanni&co. hanno creato un angolino di paradiso e sperano di realizzare i sogni dei propri clienti: hanno pronte tre ecostrutture all’insegna della sostenibilità: delle camerette da collocare nel Bosco dei sogni.

Questo Bosco ospita alberi adottati da alcune persone che hanno creduto nel sogno di questi tre fratelli. A me sembra semplicemente bello, un inno alla famiglia, al valore della propria storia, al legame con le proprie origini e la terra. Bello!

Un paradiso per i bambini che possono osservare galline, ciuchini e il pony Klaus detto Rocco (e il nome non è a caso!!), accarezzare due meravigliosi pastori maremmani abruzzesi e giocare alla caccia al tesoro (noi non siamo riusciti a trovare neanche una chiave d’oro!).

Un paradiso per tutti questa Malga Civertaghe! Con un panorama mozzafiato, una sensazione di pace che una bella valle verde contornata da montagne rigogliose da cui spiccano le Pale di San Martino non può non regalare (!), in certi casi sicuramente un silenzio che lascia spazio al canto degli uccelli e ti apre l’anima (ma a noi non è toccato!!!) e … un bagno di fieno con vista!

Insomma la Malga Civertaghe da oggi è uno dei miei luoghi, anche se per la verità non ci ho mangiato e forse non ha nemmeno un menu vegan friendly, questo non lo ho guardato. Ma alla mia anima è piaciuta molto lo stesso per la passione che vi si respira.

PS guardate che esempio di raccolta differenziata ben fatta e piacevolmente presentata!!! (anche per questo è tra i miei luoghi!!)

La Malga Civertaghe dei fratelli Tavernaro si trova a San Martino di Castrozza in loc. Civertaghe – www.malga-civertaghe.it

 

Tags: , , , , ,

Related Article

0 Comments

Leave a Comment