C’è chi ha la fortuna di fare un lavoro che gli piace. E chi ha la fortuna di lavorare con belle persone.

Io, ormai è chiaro, #misentofortunata e lo sono anche per questo: ho sempre scelto il mio lavoro e non è poca cosa… ho provato ad imboccare la strada canonica di un laureato in giurisprudenza… sono durata una settimana! una settimana di pratica forense è bastata per farmi capire che avrei potuto fare solo un’attività mossa da ideali, animata da principi etici e obiettivi alti (pressoché irraggiungibili in effetti!).

Educazione ambientale, processi di partecipazione e Agenda 21 locale, politiche ambientali regionali, progetti proattivi orientati alla sostenibilità, organizzazione di eventi su ambiente e sviluppo sostenibile, progetti di turismo sostenibile… be’ se ci penso mi vengono i brividi da quante cose belle ho avuto la fortuna di fare! 

Ma l’altra faccia della medaglia sono le persone con cui lavori! Sì perché lavorare in un bel clima, con persone amichevoli – e non poche volte amiche -, in cui riponi la tua fiducia e che stimi… be’ anche questa è un’altra grande fortuna!

Certo nel mio caso il settore ha facilitato le cose perché spesso chi opera su questi temi è particolarmente motivato, è spinto da una passione, da un modo di pensare che spesso ci accomuna e anzi è di grande stimolo alla crescita. La mia mente si popola di ricordi e le mie labbra sorridono! Un percorso di cambiamento, di maturazione innanzitutto personale di cui non posso che essere grata a Francesca e Carmela, ma anche a Paolo, Barbara, Paola… Naturalmente il mio cuore batte pensando a Conchita e Carlotta, noi tre, così diverse eppure così complementari e interscambiabili, tre teste perfettamente in armonia, fiducia assoluta, collaborazione, complicità, comprensione. Ma di questo parlerò un’altra volta… dico solo che loro saranno sempre le mie socie. E prima ancora amiche!

E anche oggi che ho fatto una scelta molto condizionata dal mio voler essere una mamma presente, con un piccolo part time che mi impegna solo la mattina, non posso che ringraziare chi mi ha offerto questa opportunità. Ne ho già parlato ma voglio rendere onore a Pino e Monica, due persone splendide, due persone buone, che non smettono mai di esprimere la loro umanità e la loro empatia.  Non c’è occasione in cui non si mostrino comprensivi e disponibili: seppur responsabili di un’attività, non riescono a impostare i loro rapporti sulla base di un mero interesse ma sanno vedere il proprio interlocutore come persona nel suo complesso e ogni volta che colgono un bisogno si danno da fare per offrire il loro supporto. Forse dovrebbero creare una maggiore distanza, per il bene dell’azienda. Ma non ne sono capaci! Troppo leali, troppo corrette, troppo brave persone! Davvero un esempio per tutti! Senza dimenticare le loro doti e capacità: lui è un vulcano di idee, un inarrestabile ottimista che coglie spunti da ogni conversazione per creare nuove opportunità, dar vita a nuovi progetti… un’esplosione di energia e di voglia di fare che effettivamente è contagiosa. Lei è incredibilmente poliedrica, profonda e pragmatica al tempo stesso, instancabilmente assetata di nuovo sapere.

Insomma due persone come poche se ne trovano.

E voi? avete incontrato belle persone nel vostro percorso lavorativo?! le avete saputo riconoscere?! e valorizzare?

 

 

1 Comment

Carlotta aprile 12, 2018 at 12:40 pm

Tessa io ho incontrato te!!! Sono fortunata!!!

Leave a Comment

Seguimi:

GOOGLE PLUS

LINKEDIN

VIMEO

mi presento