1. I costi ambientali dell’agricoltura
  2. I costi sociali dell’agricoltura
  3. Quanto costa davvero ciò che mangio?
  4. Le difficoltà dei piccoli agricoltori
  5. Farmer market e non solo…
  6. L’educatore
  7. Educazione Ambientale
  8. Occorre una visione ecologica del mondo
  9. I piccoli agricoltori
  10. Circo Pizza & Show. Una piacevolissima sorpresa: uno dei miei luoghi
  11. Principi inderogabili o obiettivi praticabili?
  12. Ti voglio bene
  13. Incontri inaspettati. Pieni d’Amore
  14. ma sappiamo essere grati?!
  15. La ricetta della felicità
  16. Malga Civertaghe – new entry tra i miei luoghi!
  17. Ambiente che passione! (III)
  18. Ambiente che passione! (II)
  19. Ambiente che passione! (I)
  20. Cammina a testa alta
  21. Cammina a testa in su
  22. L’abbraccio
  23. Conta fino a tre prima di parlare!
  24. A volte bisogna un po’ mollare…
  25. Metti un’amica che ti conosce da sempre…
  26. Non capita spesso.
  27. Un’estate al mare
  28. ma se uccidi le zanzare… che vegana sei?!
  29. Gita fuori porta? Il Casentino fa per voi!
  30. Sei veg? E io ti giudico!
  31. Passeggiata in Oltrarno
  32. Luoghi, non-luoghi. L’Hotel Sole a Bellamonte è uno dei “miei luoghi”
  33. Attenzione! A comprare tutto on line si rischia grosso!
  34. Storie inventate. Il lupo e la pecora – parte II
  35. Quale che sia il tuo ruolo, sii gentile
  36. Non sprecare l’acqua!
  37. Amori che finiscono
  38. La fortuna di lavorare con belle persone
  39. Il lupo e la pecora parte I
  40. I non-luoghi non mi appartengono. Castiglione della Pescaia sì!
  41. Orgogliosa di essere nella famiglia di Tuttafirenze
  42. Lettera a una futura mamma
  43. Sono un ragazzo fortunato… Jovanotti tributa il Nelson Mandela Forum a Firenze
  44. E quindi…cosa mangiano i vegani?!
  45. Per chi non lo SLA
  46. Regalo della natura
  47. Bellezza all’improvviso
  48. In punta di piedi. Educazione alla sostenibilità in II elementare
  49. Per San Valentino regala un fiore…
  50. Sono vegana perchè…
  51. Franca adozione pelosi, una vita dedicata ai cani
  52. L’amore vince tutto. Ho incontrato Zia Caterina!
  53. La fortuna di essere mamma
  54. La gioia risiede nelle piccole cose della vita. Se le sai vedere
  55. Due ragazzi, una sfida: la scelta biodinamica delle Fattorie Della Valle
  56. Andando per mercatini natalizi alla scoperta di tradizioni, estro creativo e sapori genuini
  57. Se inizio ancora una frase con “no”…
  58. L’idea di scrivere cosa significa vivere in modo sostenibile …
  59. a gennaio si riparte! (cioè io riparto!)
  60. Torri del Benaco nel presepe
  61. Il viaggio come percorso
  62. BUON NATALE amica-sorella- web designer-salvatrice!
  63. Altro che camino! Babbo Natale usa questa scala!!!
  64. All’amor non si comanda
  65. Storie di donne
  66. Mi presento
  67. Dico “naturale”, ho detto tutto…
  68. C’è sempre un motivo per sorridere, anche quando piove!
  69. Scelte di una mamma
  70. Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te!
  71. Grazie C.!!!
  72. Cammina a testa in su!
  73. E poi ci sono giornate come questa
  74. Oggi è proprio uno di quei giorni in cui mi sento una persona privilegiata.
  75. Oggi mi sento stupida più che fortunata!
  76. Le uova. Tutto è partito da lì
  77. Attenzione alle uova che compri!
  78. Cosa significa sostenibile?!
  79. bramo iniziare questo blog!!!

Stavamo curiosando nel mercatino natalizio di Cavalese, in Trentino, e mi è bastato sentirmi dire “là vendono il dado vegetale” che mi sono lasciata rapire dall’entusiasmo, la passione e direi proprio dal credo di Stefano, uno dei due fondatori delle Fattorie Della Valle.
Sì perché la serietà con cui mi illustrava il loro progetto, l’amore per il proprio lavoro che emergeva ad ogni parola e la speranza di contribuire ad un futuro migliore, sono espressione di una sfida personale e sociale: rispettivamente rendere economicamente fruttuosa una filosofia – quella sottesa all’agricoltura biodinamica – che merita di essere diffusa e apprezzata per la sua genuinità e per la stretta connessione con l’ambiente in ogni sua manifestazione, ed educare, nel proprio piccolo, le persone ad una alimentazione sana, al rispetto dell’ambiente, a prendersi cura di sé e della Terra.

L’agricoltore e la terra
Stefano Dellavalle e Marcello Arienti, amici da sempre, come si legge nella loro brochure “osservano come l’agricoltore negli ultimi anni si sia staccato quasi completamente dal giusto rapporto con la natura. Questo ha dato luogo ad un deperimento repentino del suolo e della qualità/salubrità degli alimenti oramai privi di Vitalità. La soluzione a questo problema? Praticare agricoltura Biodinamica!!!”
La loro è una scelta faticosa, impegnativa, costosa. Ma convinta! L’unica possibile! Del resto una volta che acquisisci una consapevolezza non puoi non seguire la strada che si delinea come quella giusta davanti ai tuoi occhi! E così questi due ragazzi si sono rimboccati le maniche, hanno studiato, si sono messi in gioco e ci mettono la faccia ogni giorno! (sta a noi fare scelte consapevoli!)

    

Cos’è l’agricoltura biodinamica?
(riporto sempre dalla brochure) “Fondata dal “Padre dell’Antroposofia” Rudolf Steiner nel 1924, ci donò un nuovo impulso per sostituire il metodo agricolo chimico. Bio=vita, Dinamica=movimento; ovvero tutto ciò che è vita è un processo di continua trasformazione. Di fatto, questa agricoltura si fonda su un modo di pensare e di agire che rispetta allo stesso modo il mondo sensibile e la realtà sovrasensibile/cosmica che agisce in esso.
Ciò si esprime soprattutto:
– nell’uso di preparati biodinamici attraverso la dinamizzazione (potenziamento)
– nell’uso di compostati animali e vegetali
– nel rispetto dei ritmi biologici e cosmici
– nell’uso di rotazioni colturali e sovesci
– nella rinuncia totale all’uso di sostanze chimiche di sintesi.”

E così abbiamo fatto la spesa consapevole e solidale!
Dopo tutto questo potevo non comprare qualcosa?! Le Fattorie Della Valle hanno avviato fin da subito la conversione dei terreni al biologico, producendo ortaggi, frutta e cereali e trasformandoli in passate, mostarde, farine… e dado vegetale! Ma volete mettere un dado vegetale cucinato con verdure fresche e bio con uno di quei cubetti comprati al supermercato?! Siamo sicuri che siano proprio la stessa cosa?! Per la nostra salute? Per quella dell’ambiente? E a pensarci bene preferiamo che quei soldini finiscano nelle tasche del signor supermercato o vogliamo essere solidali con quel contadino?!
Insomma essendo di passaggio non potevo esprimere tutta la mia vocazione vegana-solidale-salutista però dado e passata di pomodoro sono stati nostri e posso dire che sono davvero squisiti!
Un grandissimo in bocca al lupo a questi ragazzi! Che possano vivere della loro passione e siano davvero attori del cambiamento culturale di cui il nostro pianeta ha tanto bisogno…

PS scegli frutta e verdura di stagione, locale… possibilmente comprala direttamente da un agricoltore!

PS per chi fosse della zona di Cremona e volesse ordinare i loro prodotti, anche per un GAS: info@fattoriedellavalle.it, Stefano 328 7554225

 

Tags: , , , , , , ,

Related Article

2 Comments

Stefano Dellavalle gennaio 15, 2018 at 2:59 pm

Ciao Tessa,
grazie di aver scritto di noi e complimenti per il blog interessante. Purtroppo al momento il nostro sito è ancora in costruzione e anche la pagina facebook ; come ti dicevo siamo nati da poco e vogliamo fare le cose per benino, quindi abbiamo dato precedenza al lavorare il terreno!!!
A breve saranno attivi entrambi e nel sito avremo anche una piccola e-commerce dei nostri prodotti trasformati;
verrai informata non appena saremo online!!!
Nel frattempo ti ringraziamo con il cuore poiché hai colto l’entusiasmo e l’intento che abbiamo in questo progetto di vita.
P.S: grazie al cielo sempre più individui si avvicinano ad un’alimentazione vitale, l’unica capace di nutrire pienamente il corpo umano e aggiungerei…lo spirito!

Stefano

Leave a Comment