Piove ed io sono metereopatica! Nei giorni bigi, quelli in cui il cielo è carico di nuvolotti grigi che sembra debbano esplodere da un momento all’altro ma non lo sai ma, la mia testa si appiattisce, vado a rilento tipo bradipo e mi mortifico continuamente dicendomi che non sto compicciando niente. Nei giorni di pioggia forse sono più operativa, perché in qualche modo comunque la giornata va affrontata e allora già dalla scelta dei vestiti mi carico di operatività e praticità e vado avanti a testa alta.
Oggi piove appunto e mentre come ogni mattina passavo da un giardinetto adorabile manu-tenuto con estrema cura da alcuni signori del quartiere (ne parlerò un’altra volta perché meritano davvero un plauso!) ho visto una signora di una certa età, affaticata anche dal peso, seduta su una panchina a riposarsi…e a prendere tutta l’acqua! Le ho chiesto se voleva un passaggio sotto l’ombrello e l’ho accompagnata all’istituto dove doveva fare delle analisi. Abbiamo fatto 2 chiacchiere, mi ha raccontato di quando insegnava, dei suoi figli, dei suoi dispiaceri, di quanto sia brutto vivere da sola.
Credo le abbia fatto piacere. E almeno non si è bagnata!
Io ho “perso” 5 minuti, rallentando un po’ il passo, ma in realtà quando ho ripreso a camminare in maniera più spedita ero leggera, sorridente dentro, felice di aver fatto una piccolissima cosa che forse poteva aver regalato un sorriso ad un’altra persona.
E mi sono scordata che stava piovendo!

Tags: , , ,

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

Seguimi:

GOOGLE PLUS

LINKEDIN

VIMEO

mi presento